Il carro armato

mhtml:file://C:\Documents%20and%20Settings\Luca\Desktop\carro%20armato.mht!http://www.pegorari.net/armi/carri_armati/carrm01.jpg

Il carro armato è un veicolo da combattimento terrestre comparso durante la prima guerra mondiale. Gli eserciti delle nazioni belligeranti cercavano un mezzo per uscire dalla situazione di equilibrio che si era formata nel fronte occidentale,il carro armato rispondeva appunto a questa esigenza essendo un’arma capace di penetrare oltre le linee nemiche. Il carro armato fece la sua comparsa inizialmente con gli alleati dell'Intesa (Gran Bretagna) nella battaglia della Somme, il 15 settembre 1916, e successivamente fu usato anche dai tedeschi. Da allora l'evoluzione è stata ininterrotta. Progettati per combattere sui terreni più difficili, sono stati spesso utilizzati per sedare disordini nelle città, diventando cosi il simbolo della prepotenza dl alcune dittature.

TIEN AN MEN.jpg

Significativa  l'immagine dello studente cinese che a Tien an Men blocca una colonna di blindati, simbolo degli ideali opposti alla forza bruta.

 

PROPULSIONE 

Dalla prima guerra mondiale i carri armati sono stati equipaggiati con diversi sistemi di propulsione. I motori a benzina, a volte utilizzati insieme a quelli elettrici, sono stati soppiantati dai diesel. Durante la seconda guerra mondiale molti tank, come lo Sherman, vennero dotati di motori radiali di derivazione aeronautica. Alla fine degli anni '50 si sono affermati i diesel turbocompressi, robusti e in grado di consentire elevate autonomie. II carro armato USA M1 Abrams 6 equipaggiato con una turbina potente e leggera, ma afflitta da consumi molto elevati.  L'evoluzione dell'armamento dei carri armati e stata rapida. Dopo gli esperimenti della Grande Guerra, a partire dagli anni tra i due conflitti mondiali si e affermata la soluzione che prevedeva un solo cannone di calibro elevato, accoppiato a una o due mitragliatrici di piccolo calibro. Nel dopoguerra si e cercato soprattutto di dotare i carri di sistemi elettronici che permettono di migliorare la precisione di tiro anche in condizioni di scarsa visibilità o in movimento. 

ARMAMENTO

L'evoluzione dell'armamento dei carri armati e stata rapida. Dopo gli esperimenti della Grande Guerra, a partire dagli anni tra i due conflitti mondiali si e affermata la soluzione che prevedeva un solo cannone di calibro elevato, accoppiato a una o due mitragliatrici di piccolo calibro. Nel dopoguerra si e cercato soprattutto di dotare i carri di sistemi elettronici che permettono di migliorare la precisione di tiro anche in condizioni di scarsa visibilità o in movimento

LA PRIMAVERA DI PRAGA

Primavara_de_la_Praga_-_oameni_in_jurul_tancurilor.jpg

Nel gennaio 1968 Alexander Dubcek è eletto segretario del Partito comunista cecoslovacco. Dubcek  intendeva realizzare delle riforme per un "socialismo dal volto umano"che avrebbero dato più libertà al paese che si trovava sotto il controllo sovietico. II 21 agosto dello stesso anno i carri armati sovietici entrano in Cecoslovacchia, mostrando la prepotenza dell'Armata Rossa. Le colonne corazzate, composte soprattutto da minacciosi carri pesanti T50, vennero affrontate a mani nude. La guerriglia riusci a bloccare le vie di Praga con trincee improvvisate, e alcuni tank sovietici caddero nelle mani dei manifestanti, che per protesta vi dipinsero sopra slogan pacifisti, ma dopo solo 24 ore ogni resistenza venne vinta. Dopo l'occupazione si verificò un'ondata di emigrazione, stimata in 70.000 persone nell'immediato e di 300.000 in totale, che interessò soprattutto cittadini di elevata qualifica professionale.

 

GLOSSARIO

·CINGOLI

Sono nastri flessibili che permettono ai carri di spostarsi. Rispetto alle ruote hanno il vantaggio di distribuire il peso su un'ampia superficie di contatto permettendo una buona mobilità anche su terreni accidentati.

·PRESTAZIONI OPERATIVE

Un tank può scavalcare trincee senza rimanere bloccato, guadare corsi d'acqua, superare gradini. Dal dopoguerra i carri vengono progettati anche in modo da proteggere gli equipaggi da radioattività o gas venefici.

·SCAFO

È la parte inferiore del carro e ospita motore, munizioni ed equipaggio. Ha una blindatura più pesante sul davanti e intorno al motore. La parte più vulnerabile è invece quella di giuntura con la torretta.

·TORRETTA

È una specie di cupola blindata che ospita il cannone e il sistema di puntamento. Di solito e possibile ruotarla di 360 gradi. Eccezionalmente sono stati introdotti carri con torrette multiple ma con risultati operativi deludenti.

CURIOSITA’

Gli equipaggi dei carri armati, durante la prima guerra mondiale, erano completamente isolati dall'esterno. All'interno del carro il rumore del motore e della trasmissione era assordante e la visibilità limitatissima. L'unica soluzione che si trovo per risolvere il problema fu quello di dotare gli equipaggi di piccioni viaggiatori, con cui scambiare messaggi con la fanteria.    II più potente carro armato della seconda guerra mondiale fu il russo JS, prodotto in diverse versioni, dotato di motore diesel da 600 Cv e di un cannone con un calibro di 122 mm. La sigla JS era un omaggio al dittatore Josif Stalin. E significativo che furono proprio i carri JS a entrare per primi a Berlino nel 1945, alla testa della colonna corazzata sovietica.   Il più grande progettista di carri armati fu forse Ferdinand Porsche, a cui si deve il formidabile Tiger, potentissimo panzer che, a partire dal 1942, seminò il panico tra i corazzati alleati. Ingegnere eclettico, Porsche nella sua carriera progettò anche vetture da competizione per la Auto Union, il leggendario Maggiolino Volkswagen, e fondò l'industria di auto sportive che porta il suo nome, ideandone i primi modelli.

Adolf_Hitler_et_Porsche.jpg

Hitler e Ferdinand Porsche

 

CARRI ARMATI

Carro medio T-84 

L'ariete dell'Armata Rossa

   untitled.bmp

Il carro medio sovietico T 34 e stata una della armi che si sono rivelate decisive durante la seconda guerra mondiale. Entrato in produzione nei 1940, quando l'Unione Sovietica venne attaccata dalla Germania, nel 1941 era perfettamente efficiente. Per ridurre i tempi di produzione la finitura era grossolana, tanto che molti esemplari non vennero nemmeno verniciati. 

Il T 34 era il frutto di un progetto estremamente avanzato per l'epoca. Le linee sfuggenti e la sagoma bassa rendevano questo tank un bersaglio difficile da colpire, oltre a garantire un'elevata stabilita in marcia. Il motore, un dodici cilindri diesel da 500 Cv, e le sospensioni a barra di torsione (un brevetto americano) garantivano alte velocità anche sui terreni più accidentati. Prodotto in migliaia di esemplari e ancora in servizio in alcune forze armate di paesi del terzo mondo.

 

SCHEDA TECNICA

Tipo:  carro medio    Il cannone era tanto potente da poter mettere fuori combattimento tutti i tank nemici

Sistema di propulsione: un motore diesel, 12 cilindri a V potenza massima: 500 Hp  

Armamento: un cannone ad alta velocità iniziale da 76,2 mm. in seguito maggiorato a 85 mm; due mitragliatrici da 7,62 mm   Nel T34, l'insieme cingoli-ruote era molto efficiente. Per questo offriva prestazioni superiori.

Raggio d'azione: circa 200 Km.   Per aumentare l'autonomia del carro venivano montati serbatoi supplementari.

Velocità: 55 km/h (su strada)   

Guado: 1,37 m  

 

Evoluzione

   

MK IV (UK 1916)

untitled2.bmp

 

Mk IV fu il primo carro armato a diventare operativo, nel 1916. Nonostante i problemi meccanici che lo affliggevano, conseguì alcuni successi sul campo di battaglia, riuscendo a penetrare oltre le linee nemiche. La sua velocità massima era di 6 km/h.

 RENAULT FT 17 (FR 1917)

3.bmp

Questo carro armato della Grande Guerra era più evoluto degli altri modelli del periodo. Leggero e di dimensioni contenute, aveva già una struttura moderna. II cannone era montato su una torretta separata dallo scafo e aveva 360 gradi di rotazione. Velocità massima: 7,2 km/h.

 PANTHER (GER 1941)

4.bmp

All'inizio della sua carriera questo corazzato ebbe molti inconvenientimeccanici. I nazisti, nel tentativo di contrapporre un valido antagonista al T 34, lo schierarono prima che lo sviluppo fosse concluso. Una volta a punto il Panther divenne uno dei migliori carri tedeschi.

 SHERMAN (USA 1942)

5.bmp

Prodotto in ben 40 mila esemplari nel corso del secondo conflitto mondiale, l'americano Sherman sul campo di battaglia si rivelò inferiore ai tank sovietici e tedeschi, più rapidi e meglio armati. Finita la guerra, equipaggio numerose forze armate di tutto il mondo.

 

CENTURION (UK 1946)

6.bmp

Sviluppato durante la seconda guerra mondiale, il Centurion divenne operativo nel primo dopoguerra. Costruito in 4423 esemplari e diffuso nelle forze armate di tutto il mondo, il Centurion è stato ammodernato per prolungarne la vita operativa. Gli interventi più comuni erano la sostituzione del motore a benzina con uno diesel e il potenziamento del cannone.

 LEOPARD (RDF 1965)

7.bmp

I primi esemplari del carro da combattimento Leopard vennero prodotti in Germania nel 1965. Progetto all'avanguardia, il Leopard e stato presto adottato dalle forze armate di molti paesi, tra cui I'Italia, dove la Oto Melara si e occupata della produzione su licenza. E stato aggiornato nel corso degli anni, soprattutto per quanto riguarda il sistema di puntamento.

 T 72 (URSS 1971)

8.bmp

II carro armato russo T 72, dotato di un motore diesel da quasi 800 CV, è stato prodotto in un numero elevatissimo di esemplari durante tutti gli anni '70. Frutto di un progetto convenzionale ma molto efficace, il T 72 non viene considerato dagli osservatori superiore ai carri della Nato nel confronto diretto, tuttavia ha già un sostituto più evoluto, il T 80.

 M1 ABRAMS (USA 1980)

9.bmp

Potente e molto veloce (72,5 km/h) l'Abrams e il carro armato che equipaggia l'esercito americano. In questo tank la propulsione e assicurata da una turbina a gas, che a parità di potenza erogata e molto più leggera di un motore diesel, anche se il consumo e elevato. L'M1 6 dotato di un sofisticato sistema di puntamento radar.

Per maggiori informazioni vai su www.corazzati.it