a.s. 2011/2012
I.I.S. "Giordano Bruno" di Perugia
referenti prof. Maurizio Bracardi - prof. Stefania Primieri

EVOLUZIONE STORICA DEI MODELLI ATOMICI
WORK IN PROGRESS

13 Marzo 2012

Oggi abbiamo provato una lezione CLIL in edMondo facendo fare agli studenti due attività: Jumping activity ed esercizio di Aufbau. Sembrano parole da riti magici, ma sono attività didattiche. La prima é una attività che i ragazzi avevano già fatto in reale sulle scale della scuola e serve per simulare i salti quantici degli elettroni tra le orbite quantizzate nel modello atomico di Bohr.

La seconda é un esercizio per stabilire la configurazione elettronica degli elementi. L’esercizio é stato proposto in due versioni, la prima automatica, utilizzando lo script di Salahzar, in cui bisogna solo selezionare nella giusta sequenza gli elettroni, già posizionati. La seconda versione invece con gli elettroni che i ragazzi possono spostare e mettere nelle posizioni giuste.


Qualche piccola difficoltà iniziale ma poi tutto é andato bene. Per finire i ragazzi hanno continuato la costruzione della linea del tempo che contiamo di finire entro la fine del mese e quindi dell’attività.

Filmato

Jumping activity

Sintesi della chat

9 Marzo 2012
Una foto da edMondo della parte dedicata all'ultima fase del modulo relativa alle configurazioni elettroniche. Si possono notare le superfici di probabilità degli elettroni ricavate dall'espressione matematica che é l'orbitale. In una si vedono i due elettroni e si simula il loro movimento indeterminabile, secondo il principio di Heisenberg. Inoltre un esercizio interattivo sull' aufbau, che sarà argomento di una prossima lezione CLIL nel mondo virtuale. Sullo sfondo la linea del tempo ancora da terminare.
27 Febbraio 2012 Oggi ultima lezione del modulo sull'evoluzione storica dei modelli atomici. Siamo arrivati alla fine di questo percorso e a conclusione possiamo dire che l'esperienza é stata interessante e stimolante per tutti. Allego un breve filmato relativo all'attività in classe con il Wiimote in quanto lo abbiamo citato tra i vari strumenti usati durante le lezioni. Inoltre, essendo uno strumento che, credo, non tutti conoscono ritengo opportuno documentarlo anche se in forma ridotta rimandando a chi volesse approfondire al sito del gruppo Wiidea già citato in un precedente post.
Il progetto continuerà ancora nel mese di Marzo con l'attività settimanale, il Martedì, in edMondo mondo virtuale di ANSAS. Per informazioni vedere il blog www.secondlearning.it/edmondo
20 Febbraio 2012

Stiamo ormai completando il percorso delle lezioni CLIL. Entro la fine di questo mese termineremo le lezioni della quarta fase relativa alle configurazioni elettroniche degli elementi.
Nello svolgimento del modulo i ragazzi hanno dimostrato, con nostra soddisfazione, di apprezzare l'approccio metodologico CLIL.
Il percorso di questo progetto continuerà anche nel mese di Marzo con un piccolo gruppo di ragazzi delle due classi coinvolte nel progetto. Abbiamo organizzato, in accordo con ANSAS, degli incontri pomeridiani settimanali, il Martedì, nel mondo virtuale edMondo dove far acquisire ai ragazzi competenze digitali sull'uso didattico dei mondi virtuali e sperimentare l'uso di eXelearning. Ovviamente, nello spirito del progetto, contiamo di sperimentare delle sessioni CLIL all'interno del mondo virtuale usando i materiali già sperimentati in classe.

07 Febbraio 2012

Le lezioni CLIL continuano nonostante che alcune lezioni sono saltate a causa della neve. Stiamo attualmente lavorando sulla terza fase del percorso: il modello quantomeccanico. I ragazzi seguono con interesse ed apprezzano i vari step del percorso.
Oggi primo incontro di attività in Edmondo con i ragazzi. Purtroppo il server della scuola é fermo per malfunzionamento e quindi i ragazzi non si sono potuti collegare in edMondo. Ci siamo collegati con il mio netbook con una connessione con chiave usb. Attraverso il videoproiettore ho potuto spiegare le prime cose sul mondo virtuale: il collegamento, il menu, come muoversi, la scheda degli oggetti, come inserire una texture, come modificare un prim. Speriamo che la prossima settimana il server funzioni in modo da poter fare una sessione direttamente in Edmondo.

28 Gennaio 2012 In questa ultima settimana non abbiamo svolto lezioni CLIL in quanto le classi, interessate al progetto, sono in settimana bianca. Il percorso quindi, per ora é fermo alle prime due fasi del modulo. E' possibile fare comunque un primo bilancio che é sostanzialmente positivo per quanto riguarda la risposta degli studenti. Sicuramente é aumentato il coinvolgimento nelle attività in classe e si é definitivamente eliminata la paura di eprimersi in L2. Pur con qualche difficoltà, tutti gli studenti si impegnano a cercare di interagire nell'ambito delle lezioni. Da sottolineare che l'uso della lingua L2 non rappresenta assolutamente un ostacolo alla comprensione degli argomenti proposti, ma é di stimolo per una maggiore riflessione. Anche l'uso di tutorial e di materiali reperiti in rete ed erogati con la LIM e delle attività laboratoriali risulta positivo.
13 Gennaio 2012 Da questa settimana abbiamo iniziato le lezioni con gli studenti in modalità CLIL, anche approfittando della presenza di una studentessa tirocinante proveniente dal M.I.T. di Boston per un altro progetto (Highlights for High Schools in Italy). Stiamo sperimentando quella che nella scheda di progetto abbiamo chiamato fase 1.
I ragazzi stanno rispondendo bene e dimostrano interesse e partecipazione. Come prevedibile la difficoltà di esprimersi in Inglese, in particolare da parte degli studenti, se da una parte può essere un ostacolo ad uno sviluppo della lezione secondo i tempi normali, dall'altra é uno stimolo all'apprendimento in quanto favorisce una maggiore riflessione. Molto utile la LIM che permette una maggiore interazione e garantisce di poter seguire il percorso definito nello schema predisposto, in quanto i punti base della lezione sono stati precaricati, senza dover ricorrere a continue verifiche dello stesso.
Complessivamente, per ora, l'esperienza é positiva e coinvolgente.
In questo ultimo periodo, anche su sollecitazione dell'ANSAS per un altro progetto,
ci siamo posti il problema del copyright dei materiali utilizzati non provenienti
da risorse open. Abbiamo risolto mandando delle mail, ai diretti interessati,
al fine di avere l'autorizzazione all'uso.
Abbiamo avuto un positivo riscontro in tempi molto rapidi e qui dobbiamo ancora una volta constatare la dinamicità e disponibilità dei siti anglosassoni che mettono a disposizione risorse veramente utili ed interessanti nel campo scientifico.
29 dicembre 2011 Dopo l'ennesima revisione finalmente pubblichiamo in piattaforma la nostra programmazione relativa al modulo di Chimica: evoluzione storica dei modelli atomici. Non resta che sperimentarla in classe con i ragazzi. Il tutto ad anno nuovogrande sorriso
27 dicembre 2011 Revisione delle seconde due fasi del progetto relative al modello atomico di Schrodinger e alle configurazioni elettroniche degli elementi. Le due fasi sia per quanto riguarda la programmazione che per i materiali, in forma cartacea che digitale, erano già a buon punto. A giorni, dopo un' ultima riflessione, contiamo di mettere in piattaforma il nostro schema di percorso CLIL relativo a tutto il modulo sull'evoluzione storica dei modelli atomici. Con la ripresa dell'attività didattica cominceremo il lavoro in classe con gli studenti.
tempi 2 docenti 2h
13 dicembre 2011
Messa a punto della connessione della rete della scuola alla OpenSim grid (mondo SLW) per lo sviluppo dello spazio 3d dove sperimentare il materiale CLIL con gli studenti con chat testuale e/o vocale. Tutto sembra funzionare benesorridente
Non resta che aspettare dopo le vacanze di Natale per iniziare l'attività con gli studenti che in un primo momento saranno solo dei visitatori e, in un secondo momento, anche dei costruttori dello spazio 3d. Inoltre, contiamo anche che ci sia una buona sinergia con gli insegnanti di informatica al fine di studiare la programmazione delle interazioni negli oggetti 3d. Per ora usiamo scratch for Second Life, semplice, ma efficace e in alternativa cercando in rete tracciati free da rielaborare al bisogno http://lslwiki.net/lslwiki/wakka.php?wakka=ScriptLibrary
In allegato una immagine dove si vede un prototipo della ricostruzione dell'esperimento di Rutherfod e un pannello interattivo che collega alla pagine web con i Learning Objects
7 dicembre 2011 Prime costruzioni in OpenSim grid per lo sviluppo di un ambiente di apprendimento in 3d da utilizzare insieme agli studenti. Grazie all'interessamento di Letizia mi sono messo in contatto con il referente della sim dell'ANSAS che ci può ospitare per la nostra sperimentazione.
Tempi: 1 docente 2h
5 dicembre 2011 Revisione delle lezioni della fase 2: Modello atomico di Bohr, ipotesi di De Broglie, principio di Heisenberg.
Tempi 4 ore 1 docente
Organizzazione della fase 2 in un Learning Object con eXe.
2 dicembre 2011 Organizzazione delle lezioni 1,2,3 in formato LIM relative alla fase 2:
Modello di Bohr, ipotesi di De Broglie, principio di Heisenberg.
L'organizzazione delle esercitazione (test, cloze ecc..) ha richiesto un maggiore sforzo organizzativo
tempi: 1 docente 1h
30 novembre 2011
Revisione del materiale sviluppato per la prima fase in presenza dei due docenti, con scambio di idee relativo all'organizzazione didattica della sequenza dei materiali e della loro trasposizione in formato digitale. Prima bozza del Learning Object relativo a Modelli di Thomson e Rutherford sviluppato con eXe learning.
Tempi: 2 docenti 2h
29 novembre 2011 Revisione delle 4 lezioni relative alla prima fase del modulo Modelli atomici di Thomson e Rutherford. tempi: 1 docente 2h
Preparazione delle attività della prima fase su LIM con SW Notebook 10.
Il processo di revisione é stato abbastanza lungo in quanto bisogna mettersi nella condizione di organizzare il tutto in una scaletta sia dei contenuti che dei tempi.
tempi 1 docente 2h
27 novembre 2011 Revisione delle lezioni delle lezioni preparate
tempi: 1 docente 2h
Approvato il progetto dal Collegio dei Docenti ed inserito nel POF d'Istituto
25 novembre 2011 preparazione lezioni 4° unità didattica
tempi: 1 docente 2 h
22 novembre 2011 revisione materiale lezioni 4° unità didattica e messa a punto sw per LIM. Il problema del sw della LIM é molto importante in quanto bisognerebbe cercare di utilizzarne uno piuttosto diffuso. Sicuramente il sw SMART é quello più diffuso e versatile. Però per usarlo bisogna avere anche l'HWdella Smart, almeno così si dice nelle licenze d'uso. Nel caso specifico io uso anche un sistema alternativo di LIM attraverso il Wiimote, in quanto ho partecipato al gruppo di sviluippo (ricerca azione) dell'usp di Bologna http://serviziomarconi.istruzioneer.it/wiidea/index.php. Il sistema di triangolazione permette di usare una qualsiasi superficie, anche il muro, per avere una LIM. I sw sono open source, ma volendo si può usare anche un sw proprietario, vedi smart o promethean. Qui però sorge il problema di cui sopra. Per ora abbiamo deciso con la collega di essere flessibili, se abbiamo spazio per usare la LIM della smart usiamo questa altrimenti il wiimote con il sw della smart in quanto le lezioni con la LIM sono organizzate con il sw notebook 10 della Smart.
tempi: 2 docenti 1 h
21 novembre 2011 preparazione materiale lezione 1 e 2, 4° unità didattica
tempi: 2 docenti 1 h
18 novembre 2011 revisione dell'impostazione delle ultime lezioni preparate
tempi 2 docenti 1 h
17 novembre 2011 preparazione materiale lezione 2 e 3, 3° unità didattica
tempi: 1 docente 2 h
16 novembre 2011 preparazione materiale lezione 1 e 2 , 3° unità didattica
tempi: 1 docente 2 h
15 novembre 2011 revisione degli ultimi materiali elaborati e ricerca immagini
tempi: 2 docenti 1,5 h
14 novembre 2011 preparazione materiale lezioni, 2° unità didattica
tempi: 1 docente 2h
11 novembre 2011 Sviluppo organizzazione attività in classe della terza e quarta unità didattica
tempi: 2 docenti 1,5 h
10 novembre 2011 Sviluppo e organizzazione attività in classe della terza e quarta unità didattica
tempi: 2 docenti 3h
9 novembre 2011 Ricerca materiali e definizione dei documenti necessari alle lezioni della prima unità didattica. Non sono emerse difficoltà nella ricerca dei materiali in quanto sono già presenti nella nostra programmazione. Libri e soprattutto Internet é una miniera di immagini e tutorial sull'argomento. Qualche difficoltà nell'organizzare il tutto in ambito CLIL.
tempi: 1 docente 1h
8 novembre 2011 Sviluppo e organizzazione attività in classe della seconda unità didattica
tempi: 2 docenti 1h
31 ottobre 2011 Iniziata la progettazione del percorso con la decisione di sviluppare 4 unità didattiche per complessive 17 ore
tempi: 2 docenti 2h